CORSO DI AGGIORNAMENTO PER RSPP/ASPP e DIRIGENTI: L'invecchiamento: da criticità a risorsa organizzativa

FORMAZIONE OBBLIGATORIA IN MATERIA DI SICUREZZA

Valido per tutti i codici ateco

 

SIGNIFICATO E FINALITÀ

L'età del pensionamento è in costante aumento e quindi i lavoratori avranno una vita professionale più lunga e più esposta a rischi e a malattie sul luogo di lavoro. Si prevede che entro il 2030 le persone tra i 55-64 anni saranno in ogni paese europeo oltre il 30% del totale della forza lavoro. Anche la popolazione attiva nel mercato del lavoro in Italia, nei prossimi decenni, è destinata a diventare sempre più anziana in particolare tra le donne. Questa situazione ha inevitabilmente un impatto sui lavoratori che sviluppano o presentano patologie croniche che rappresentano una quota significativa della forza-lavoro che deve essere gestita al meglio.

Le persone in questa fascia di età sono soggetti attivi, con competenze che se da un lato possono essere più carenti da un punto di vista tecnico, sono certamente spendibili su altri piani, come quello dell’esperienza, del problem solving e della capacità relazionale. In questo senso, oggi si tende a parlare non più di lavoratore anziano ma di lavoratore “maturo”, uno spostamento di senso che abbandona pregiudizi e connotazioni negative e sottolinea il nuovo contesto entro il quale si colloca l’ultra 50enne.

Elevare i tassi di occupazione dei lavoratori maturi e gestirli, richiede interventi sul piano dell’organizzazione del lavoro, dell’aggiornamento delle competenze e sul piano delle politiche della sicurezza con un approccio inclusivo che tenga conto delle specifiche esigenze degli ultra 50enni. In questo quadro, la promozione di salute e sicurezza sul luogo di lavoro svolge un ruolo fondamentale nel favorire una partecipazione attiva anche dei dipendenti in questa fascia di età, garantendo loro una vita professionale migliore e più lunga.

L’obiettivo principale dell’intervento formativo è quello di promuovere consapevolezza rispetto al tema “age management”, fornendo suggerimenti e approcci utili allo sviluppo di percorsi di gestione che possano valorizzare la capacità lavorativa rappresentata dai lavoratori maturi presenti in azienda.

La partecipazione al modulo e l’esito positivo della verifica finale consentono di acquisire un credito utile per ottemperare all'obbligo formativo previsto dalla normativa

 

DESTINATARI

Datori di lavoro, Dirigenti, Responsabili e Addetti del Servizio di Prevenzione e Protezione dai rischi.

 

PROGRAMMA

1.         Il fenomeno dell’invecchiamento aziendale e ricadute organizzative

2.         Età cronologica, età biologica, età funzionale e processi cognitivi

3.         I pregiudizi e gli stereotipi sull’età

4.         Invecchiamento e sicurezza sul lavoro

5.         Partecipazione e coinvolgimento attivo dei lavoratori maturi 

6.         La possibilità dello scambio e potenziamento transgenerazionale

7.         Buone pratiche di age management in contesti aziendali differenti

Test verifica apprendimento.

 

DOCENZA: Paola Brandolini

 

DURATA: 4 ore

 

SEDE: Associazione Industriali di Cremona - piazza Cadorna, 6 - Cremona

 

CALENDARIO DIDATTICO

01 marzo 2017 (orario: 9/13)

 

QUOTA DI ISCRIZIONE

€ 130 + Iva per partecipante per le aziende associate all'Associazione Industriali di Cremona

€ 170 + Iva per partecipante per le aziende non associate all'Associazione Industriali di Cremona

 


 

 

 

 

 

 

Data inizio: 01/03/2017 09:00
Data fine: 01/03/2017
Durata: 4 ore
Luogo: Cremona